giovedì 10 luglio 2008

Il gioco dei perché

Ho deciso di prendermi qualche giorno di ferie andando a Barcellona a farmi coccolare dal mio migliore amico. Nel momento in cui sono salita sull'aereo ho spedito in vacanza anche gli ultimi due neuroni, già proiettati al mare con una bella birra ghiacciata in mano. Così, sulla scia di questo momento di regressione, è venuto fuori l'insaziabile gioco dei perché.
Spiagge
Perché a Barcellona puoi andare dove vuoi, sceglierti l'angolo che preferisci senza problemi e GRATIS senza dover subire la mafia degli stabilimenti come in Italia?
Perché puoi svestirti come e quanto vuoi senza che nessuno ti giudichi, commenti o ti salti addosso?
Perché non trovi mai cicche di sigaretta, vetri e quant'altro sulla sabbia nonostante la folla che frequenta la spiaggia PUBBLICA tutti i giorni?
Trasporti
Perché il treno che collega il centro città di Barcellona con l'Aeroporto costa 2,60 euro e il nostro treno Malpensa - Milano Cadorna, 11 euro?
Perché a Barcellona c'è il Bicing che ti permette di prendere una bici del Comune e riportarla in un'altra base della città con un abbonamento annuale di 24 euro e a Milano non ci sono neanche le piste ciclabili?
Perché in taxi la cifra media che ti chiedono di notte è di circa 5/6 euro e non 18/20 euro come a Milano? Usano forse un carburante diverso?
Cibo
Perché le birre nei locali costano dai 50 centesimi ai 3,50 euro e non 6/8 euro come qui?
Perché in media mangi molto meglio e paghi la metà di Milano?
Perché i piccoli supermercati restano aperti sino a mezzanotte inoltrata?
e sopratutto...
Perché loro hanno Zapatero e noi Berlusconi? :'(

3 commenti:

Diego ha detto...

Bellissimo, tragico post.

Mi pongo spesso le medesime domande ... e molte altre! (come, ad esempio, perché in Italia non ci possiamo nemmeno permettere di chiedere, ragionevolmente, di togliere i simboli religiosi dai luoghi pubblici).

Brava!

Ciao :-)

Diego (www.alancoque.com)

matteovegetti ha detto...

Ma soprattutto: perché voialtri insistete ancora a vivere in quella landa desolata? :) Matteo 'O Barcellonese

andrea ha detto...

semplicemente perche'la democrazia italiana e'ed e'sempre stata di tipo tributarista,a differenza ad esempio dell'Inghlterra che e'assistenziale